18 dicembre 2006

Italia di merda

Muccino l'amerikano
Mentre in Italia ai primi 2 posti della classifica dei film più visti ci sono Vanzina e Neri Parenti con le loro vacanze sguaiate, in America Gabriele Muccino è in pole position con il suo Pursuit of Happiness, interpretato da Will Smith (è la storia vera di un homeless). In pole position: significa che è al primo posto, con 27 milioni di dollari!!!In Italia Muccino anni fa ricevette rutti e sputi, soprattutto dopo che Ricordati di me non bissò il successo sterminato de L'ultimo bacio. E allora il regista romano - che veniva accusato da molti critici di affrontare temi troppo vicino alla borghesia pariolina - ha preferito lavorare con chi lo apprezza, gli americani. Noi ci teniamo i rutti e gli sputi, quelli dei cine-panettoni natalizi. Ce li meritiamo tutti!

2 commenti:

lo stupido ha detto...

Tra parentesi, non mi sembra che la notizia abbia avuto grande risalto sui giornali italiani (i telegiornali sono in sciopero). Non ho controllato accuratamente, quindi potrei sbagliare. In ogni caso non mi pare un evento così comune un regista italiano che dirige con successo una produzione americana. Altri in passato hanno pesantemente fallito. In compenso chi ha ignorato la notizia, non ha mancato di magnificare i successi dei nostrani aborti natalizi, precisando puntualmente che non si tratta di schifezze assolute, anzi... In questo senso segnalerei la patetica prestazione di Mentana a Matrix, ospite l'intero cast del capolavoro di Parenti, dove il conduttore, sforzandosi di apparire spiritoso e simpatico quanto i presenti, risultava qualcosa di molto vicino al nerd della compagnia.

Anonimo ha detto...

Muccino è sempre stato un regista brfavo unicamente a riprodurre una lunga serie di banalità nel suo cinema e non mi stupisce pertanto che on america ottenga un buon successo commerciale dato che si rivcolge ad un popolo che ama solo guardare e non guardarsi. Un regista puo' essere un bravo regista ma fare fil di merda...altro esempio; Lars Von Trier